Nokia 3310, a volte ritornano!

Se dobbiamo dare credito agli ultimi rumors sul MWC di fine febbraio, presto rivedremo un rifacimento in chiave moderna di un mito della telefonia, il Nokia 3310, che in soli due anni vendette 125 milioni di esemplari. Una batteria che, rispetto a quelle dei moderni smartphone, sembrava eterna (in Cina è ancora prodotta), una meccanica e una scocca in sostanza indistruttibile (se ti cadeva, si smontava ma bastava riunire i pezzi e accenderlo), essenziale fino allo spasimo e, incredibile a dirsi, ancora utilizzato da molti e desiderato da tanti.

A Barcellona, il prossimo 26 febbraio, vedremo i nuovi modelli di HMD Global, che ha rilevato i diritti per produrre e vendere i device della storica azienda finlandese, e in particolare i nuovi Nokia 5 e Nokia 3, due modelli che si affiancherebbero al Nokia 6, per ora riservato al mercato cinese. Poche le caratteristiche tecniche rivelate. Per il Nokia 5, un mid-range da 250 euro si parla di un processore Qualcomm Snapdragon 430, due GB di memoria RAM, display da 5,2 pollici e una fotocamera da dodici megapixel. Il tutto supportato da Android 7 Nougat con interfaccia Nokia.

Sul web non ho trovato, ancora, le specifiche tecniche del Nokia 3 che dovrebbe essere un entry-level da 150 euro. I rumors parlano ancora di un display da 5,2 pollici, di un processore Qualcomm Snapdragon 425, i soliti due giga di RAM, 16 GB di memoria interna. Dubbi sulle fotocamere che alcuni vorrebbero, a dispetto del prezzo più basso, superiori a quelle del Nokia 5.

Sicuramente quello che eccita maggiormente le fantasie dei fans del marchio finlandese è sicuramente il presunto remake del Nokia 3310 sul quale è calato un impenetrabile velo. Si parla di un prezzo intorno ai 60 euro (lo stesso o addirittura inferiore a quello di un buon usato ricondizionato dello storico Nokia 3310). Processore? Sconosciuto. Display? Anche. Sistema operativo? Dato non pervenuto. Non ci resta che aspettare una decina di giorni. In fondo se siamo nostalgici e il nuovo Nokia 3310 dovesse deluderci, possiamo sempre cercarne uno usato e metterci in casa un mito che ha fatto della telefonia mobile un fenomeno di massa.